giovedì 11 maggio 2006

Adriano, calcio e Zen

Adriano!Mi ero ripromessa di non parlare di calcio, essì, anche se ne parlo spesso. Ma l'altro ieri, al bar della stazione di Macerata, mentre addento stizzita un panino vuoto e secco, Lucio il barista -- alto, bello, atletico, 17 anni, gioca in promozione e ha tanti sogni -- mi guarda e ridacchia con aria da sfotto'. Lui va pazzo per l'Imperatore e mi dice che se fosse Mancini lo terrebbe anche in carrozzella. E' un vecchio discorso fra noi, ci discutiamo su spesso e volentieri. La mia idea è che un giocatore non è un marito e che appena non va si corre ai ripari e si rimedia, poi se ancora non va...

-- Senti Lucio, per me è solo Adriano, un tizio che non ha voglia di impegnarsi più di troppo e che si diverte un po' troppo! Gira per il campo come uno scimmione senza cervello...
-- Gli faccio scocciata, perchè ne abbiamo parlato più volte.

-- Ma è un momento critico della sua vita, bisogna comprenderlo! Tutti ne abbiamo... -- Mi fa Lucio con affetto (per Adriano, ovvio).

Al che, mi salta la mosca la naso e non ci vedo più: -- Non venirmi a dire che ha dei problemi poverino, tutti ne abbiamo e anche gravi, solo che con un bel po' di milioni di euro i problemi si risolvono meglio! E un pizzico di cervello. Voglio dire, se non ne ha (di cervello) o se ha troppi soldi, chiede a un avvocato che sistema le cose per lui. E se ha problemi "morali", a parte che alla sua età  certe cose la mamma gliel'ha già  spiegate da un pezzo, i soldi aiutano tanto! E poi che c'entra col suo lavoro? E una stagione così brutta? Girare in campo come Chatwin, "Io che ci faccio qui"?


-- Allora lei che direbbe ad Adriano? Qualcosa noi tifosi gli dovremo pur dire. -- mi fa Lucio.

-- Sì certo, io direi a Mancini: trattalo da adulto, come è, se sbaglia poco si aspetta e si vede, se sbaglia di più si lascia in panchina, se sbaglia troppo e non rende si vende. O altrimenti...

C'è un'altra via, è quella dello Zen, che dice: ora, qui e subito!

Adriano dovrebbe seguire questa via. Adriano, stai in campo con la tua testa, il tuo cuore e il tuo cervello. Metti da parte tutto, e problemi e auto nuove e gite a Parigi, e concentrati su quello che hai da fare, sul tuo lavoro, quello per cui sei profumatamente pagato. Vedrai che starai molto meglio, con la coscienza a posto e la certezza di aver fatto il tuo dovere, e le idee pian piano si schiariranno. Un po' di sbandamento si ammette, ma con una stagione nell'Inter come la tua si deve fare qualcosa di pratico. Basta con le ciance e le giustificazioni da 4 soldi. Basta coi piagnistei e le interviste e le dichiarazioni. Basta con tutto, a noi che importa? Noi tifosi siamo lì, abbiamo pagato per vederti giocare bene ed è quello che sai fare e che puoi fare: quindi, lo devi fare. Gioca bene! Mettici tutto te stesso, senza girare a vuoto e tirare a vuoto. L'Inter deve vincere, e per vincere i giocatori devono fare il loro dovere mettendoci impegno.
Segui la Via dello Zen Adriano, ora e qui, subito!
Questo è il primo passo, anche per un calciatore.

(p.s. la foto è la mia)

5 commenti:

  1. [...] In compenso ieri ho sentito alla radio un commento su Adriano che mi ha fatto innervosire non poco: che sarebbe in netta ripresa e "sempre più sciolto e ormai si trova a disagio solo nell'Inter". Ma insomma, dico io, viene pagato benissimo per fare il lavoro che gli piace fare e in più si sente a disagio??? Speriamo che lo vendano! [...]

    RispondiElimina
  2. ciao adriano mi puoi dare il tuo msn se c`e lai io sono fisnik tu mi piaci tantissimo sei il mio giocatore preferitto ma tu resterai nell`inter? va bene rispondimi su questa e-mail fisnik_adriano@hotmail.com

    RispondiElimina
  3. fedetheimperator12 settembre 2006 11:02

    adriano sei un mito resti per sempre all'inter sei il mito grande!mi dai il tuo msn?

    RispondiElimina
  4. ommaro'! mica scherzi vero? Fortuna che non c'era l'altro giorno, altrimenti il bravissimo Cambiasso si sentiva in dovere di passargli al palla, magari, e Adriano la sprecava, rigirandosi in campo come a dire: io che ci faccio qui?

    RispondiElimina
  5. Kiedo scusa ma nn vi ricordate la prestazione contro il Basilea, l'eurogoal all'udinese , la vittoria nel derby, la magia al valencia e la tripletta al porto? Non si tratta un giokatore kosi solo se attraversa un momento difficile,e poi è un uomo come tutti noi basta solo non mettergli pressione i risultati arriveranno anke xke ha solo 25 anni . Forza Adri sei tutti noi….

    RispondiElimina